Lo sapevate che gli Indoeuropei provenivano dalla Siberia ?

Lo sapevate che gli Indoeuropei provenivano dalla Siberia ?

Home » Dante & Socrate » Lo sapevate che gli Indoeuropei provenivano dalla Siberia ?
1 minuto (tempo di lettura)

È la “Siberia” la patria ancestrale proto-indoeuropea grazie ai recenti studi del Prof. David Reich. Il genetista dell’Università di Harvard, durante la ricerca della “Urheimat”, ha scoperto che nel Paleolitico superiore, i confini orientali d’Europa si estendevano fino a Bering. Nel corso del tempo, ci sono state varie proposte più o meno scientifiche per individuare la patria rimasta a lungo misteriosa degli indoeuropei.

david-reichGli indoeuropei vengono suddivisi in due diversi macrogruppi, quelli parlanti lingua satem e quelli di lingua centum. I primi sono i cosiddetti -ariani- che li troviamo soprattutto nella zona della Scandinavia, continuando per l’area slava fino all’Iran e il nord dell’India. L’altro macrogruppo indoeuropeo è il -danubiano- che oggi domina l’Europa atlantica, centrale e mediterranea, sostanzialmente discende da una popolazione del sud-ovest del Mar Nero. Poi con i cosiddetti aplogruppi (marcatori genetici) che consentono di ricostruire le linee ancestrali di un popolo per via materna o paterna, possiamo individuare i discendenti degli ariani nell’aplogruppo paterno R1a, mentre i discendenti dei danubiani nell’aplogruppo R1b. David Reich, ha riscontrato la presenza dell’R1b nell’ovest europeo già a partire dal Mesolitico. L’aplogruppo R1b era diffuso anche in Russia e Siberia meridionale, tra gli Hittiti, i Mitanni e vari popoli stanziati nel Levante, nel Caucaso e in Anatolia.



Da queste informazioni acquisite e da una tracciabilità sulle rotte delle migrazioni, si può ritenere che gli antenati del gruppo centum, siano stati i primi ad abbandonare le steppe siberiane, andando ad occupare il sud-ovest europeo, le aree mediorientali e centro-asiatiche in epoche assai più remote di quanto si è affermato fino adesso. Si pensa ,che siano stati i primi ad addomesticare gli animali durante il periodo Neolitico, per contrastare la continua scomparsa della grande cacciagione pleistocenica. Se l’invasione indoeuropea sia stata violenta o pacifica è ancora da scoprire, ma molto probabilmente sono avvenute in uguale misura.

Marcello Strano 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Articoli di proprietà di Voci di Città, rilasciati sotto licenza Creative Commons.
Sei libero di ridistribuirli e riprodurli, citando la fonte.



Condividi il tuo punto di vista!
Marcello Strano

About Marcello Strano

Un sognatore amante della vita! Dopo tanti anni di ricerca ha capito di non essere mai stanco d’imparare, così ha deciso di apprendere, presso l’Università degli Studi di Catania, ben tre lingue (inglese, spagnolo e giapponese). Marcello considera inoltre la scrittura un mezzo importante per poter comunicare, è intraprendente e non lo ferma niente e nessuno, a meno che non gli offriate una buona fetta di torta.

Valuta l'articolo!
Totale: 0 Media: 0


Commenta con Facebook!

Stampa questa pagina


Tags

Ti potrebbero interessare anche: