Record Store Day, eventi e iniziative per questo sabato a Bologna

Record Store Day, eventi e iniziative per questo sabato a Bologna

Home » Città » Bologna » Record Store Day, eventi e iniziative per questo sabato a Bologna
2 minuti (tempo di lettura)

BOLOGNA – Anche quest’anno sabato 22 Aprile ritorna nel suo decimo anniversario il Record Store Day, una giornata di festa importata dagli Stati Uniti dedicata ai negozi di dischi indipendenti per gli amanti del vinile, all’insegna della buona musica. Tante le iniziative che si svolgeranno nei principali negozi di dischi nel centro città, fra concerti, presentazioni di libri, mostre e oltre quattrocento titoli esclusivi fra 33 e 45 giri, sia originali che ristampe. Se infatti all’inizio del nuovo millennio con l’avvento del digitale si era assistiti impotenti al declino del mercato discografico analogico, che in pochi anni aveva causato la chiusura di molti dei negozi di dischi storici di Bologna (quali Minnella, Casa del Disco o Ricordi), all’alba del 2017, a pochi giorni dal Record Store Day, la scena cittadina ci fa sorridere restituendoci una fitta mappatura dei negozi indipendenti presenti ad oggi in città, dimostrando come il mercato del vinile possa ancora salvare la musica.

Un caso eccezionale in città è quello costituito dal negozio Disco d’Oro, istituzione in via Galleria ed unica attività in grado di sopravvivere inalterata negli anni, arrivando a festeggiare l’anno scorso il suo quarantesimo compleanno, entrando a far parte dell’ordine delle botteghe storiche bolognesi. Achille Franceschi, storico commesso e proprietario del negozio, amato dai suoi clienti, per questo sabato nel decimo anniversario dell’iniziativa Record Store Day ha ordinato quattrocento vinili che per l’occasione usciranno in edizione limitata, per la gioia degli appassionati disposti a mettersi in coda al suo ingresso già dalle prime ore del mattino. Le indiscrezioni rivelano che per quest’anno l’ambasciatrice dell’orgoglio record sarà St. Vincent e tra i pezzi forti vi saranno il 12 pollici Interstellar Overdrive dei Pink Floyd, lp e 7 pollici di Bowie, un 45 giri dei Beatles, Strawberry Fields Forever/Penny Lane. Anche per lo store Semm di  via Oberdan sembra girare la ruota della fortuna, nei suoi locali questo sabato dalle 10 alle 22 si terranno ininterrottamente le esibizioni di amici musicisti e dj quali Marco Manetti dei Manetti Bros. e l’ex assessore Alberto Ronchi. Lo stesso negozio ospiterà anche la mostra Best Art Vinyl.



Ma per l’edizione di quest’anno vi è anche tanta curiosità per i due nuovi negozi 180Grammi vinyl store in via Frassinago 4/a e Transformer in via Cesare Battisti 7, da poco sulla scena cittadina. Il primo inaugurato solo lo scorso maggio è gestito dal 25enne Gabriele Saporetti, che con il suo stile da skater porta avanti uno spazio interamente dedicato al rock e all’elettronica d’ascolto con prodotti composti all’80% da usato, un luogo da sogno per collezionisti intenti a scovare piccole rarità e perle originali. Per questo negozio il Record Store Day consisterà nel mettere fuori scatole di dischi a 2 euro anche se in vetrina brilleranno artisti del calibro degli  Snarky Puppy, Pink Floyd, Neil Young, Baroness, Elliott Smith e anche l’intera colonna sonora della celebre serie Twin Peaks a 70 euro. Il gestore di Trasformer invece si chiama Fabio Canducci, 23 anni di Sogliano giunto in città per studiare e seguire il suo sogno a una settimana dalla laurea di aprire un negozio di musica interamente suo. Al momento nella sua top five vede ai primi posti Baustelle e Luci della centrale elettrica, senza tralasciare poi Sigur Ros con TakkRadiohead di OK Computer e di The Boatman’s Call. Anche da Discobolandia in via Beroaldo 26/b sarà possibile reperire dell’usato di qualità e per la musica da club non può mancare il negozio Mint Suond in via Sante Vincenzi 2, nato da un crowdfunding in un ex prefabbricato industriale dell’associazione Studio SoundLab.

Diana Avendaño Grassini

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Articoli di proprietà di Voci di Città, rilasciati sotto licenza Creative Commons.
Sei libero di ridistribuirli e riprodurli, citando la fonte.



Condividi il tuo punto di vista!
Diana Avendano

About Diana Avendano

Diana nasce a Pisa nel ’97, ma è spagnola da parte di padre. Dopo aver terminato gli studi classici al Liceo Galileo Galilei si trasferisce nella città di Bologna per studiare Scienze della Comunicazione e perseguire il suo sogno di lavorare nel campo dell’informazione. Da sempre poco portata per qualsiasi attività sportiva, ma grande appassionata di musica, nel tempo libero si mette alla prova studiando canto e spera che questa nuova avventura all’interno della redazione di Voci di Città possa avvicinarla alle sue aspirazioni.

Valuta l'articolo!
Totale: 0 Media: 0


Commenta con Facebook!

Stampa questa pagina


Tags

Ti potrebbero interessare anche: