James Lackington, l’uomo che ha inventato la libreria moderna

James Lackington, l’uomo che ha inventato la libreria moderna

Home » Dante & Socrate » James Lackington, l’uomo che ha inventato la libreria moderna

Lo sapevate che le librerie di oggi sono nate grazie all’inglese James Lackington, un calzolaio londinese. Nel 1774, a Londra, fu il primo a vendere libri usciti da tempo ad un prezzo economico e lasciava ai clienti la possibilità di poter guardare e sfogliare i libri anche senza acquistarli. Nella seconda metà del Settecento i libri erano considerati degli oggetti costosi e preziosi.

temple-of-the-muses Addirittura i librai adottavano la strategia di comprare grandi quantità di volumi vecchi e poi ne distruggevano per far salire il prezzo delle copie rimanenti. Invece, Lackington rivoluzionò il mondo del commercio con alcune innovazioni come l’introduzione del divieto di vendere libri a credito che era molto usato a quei tempi. Alcuni clienti ci rimasero male, ma permise a James di evitare insolvenze e di comprare ancora più libri. Non solo, acquistava grossi quantità di libri usati e poi li rivendeva a prezzi economici, cosi da vendere un maggior numero di libri, piuttosto che pochi ad un prezzo altissimo. Ciò diede la possibilità a chi non poteva permettersi con i propri mezzi economici di poter comprare dei libri .



Nel 1794 aprì insieme a Robert Allen la libreria più grande e la più economica all’epoca, con il nome di The Temple of the Muses ( Il tempio delle muse ), il quale divenne un’attrazione turistica per le strade di Londra. Lackington pensò pure di appendere un cartello al negozio con la scritta: Il prezzo più basso è indicato sulla copertina e non ci saranno sconti ulteriori su nessun libro. Adesso tutte le grosse librerie e siti web come Amazon, seguono le stesse strategie, del calzolaio James Lackington.

Marcello Strano

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Articoli di proprietà di Voci di Città, rilasciati sotto licenza Creative Commons.
Sei libero di ridistribuirli e riprodurli, citando la fonte.



Marcello Strano

About Marcello Strano

Un sognatore amante della vita! Dopo tanti anni di ricerca ha capito di non essere mai stanco d’imparare, così ha deciso di apprendere, presso l’Università degli Studi di Catania, ben tre lingue (inglese, spagnolo e giapponese). Marcello considera inoltre la scrittura un mezzo importante per poter comunicare, è intraprendente e non lo ferma niente e nessuno, a meno che non gli offriate una buona fetta di torta.


Commenta con Facebook!

Stampa questa pagina


Tags

Ti potrebbero interessare anche:

sgroi