Eletto Moon, forse in Corea la pace è ancora possibile

Eletto Moon, forse in Corea la pace è ancora possibile

Home » Best politik » Eletto Moon, forse in Corea la pace è ancora possibile

SEOUL – Il 10 maggio 2017 alle ore 08:09 si è insediato a Seoul il 19° presidente della Corea del Sud e nel suo primo discorso da neo-eletto ha dichiarato: «Se fosse necessario volerei a Washington immediatamente» e aggiunge «andrei anche a Pyongyang nelle giuste circostanze». Sembrerebbe chiara la linea in tema di politica estera intrapresa dal nuovo governo della Corea del Sud ma in realtà nulla è ancora definito e in Estremo Oriente si continua a respirare un clima da “Guerra Fredda”.

UpkPfA5XLjj++mAlx6XT08AaZcEf4fFxRXJaQrVMUGE=--core_del_sudA tal proposito, lascia qualche dubbio il cambio di orientamento di Washington nei confronti della Corea del Nord all’indomani dell’elezione di Moon Jae-in a presidente della Corea del Sud: «Donald Trump ha offerto un incontro a Kim Jong-un, dittatore nordcoreano, assicurando di provvedere nel caso le garanzie di sicurezza per il regime del Nord» e giura di «non voler accelerare la riunificazione della penisola coreana, o di cercare una scusa per avanzare più a nord del 38esimo parallelo, il confine de facto tra le due Coree».



Donald Trump, dunque, non sembrerebbe più convinto della minaccia militare lanciata di recente alla Corea del Nord e rivolgendosi alla Corea del Sud si dichiara convinto che è possibile una soluzione di pace tra le due Coree. Intanto, a sud, il neo-eletto presidente Moon nomina a capo delle spie Suh Hoon, esperto di dialogo tra le due Coree, lo stesso uomo che circa quindici anni fa rese possibile lo storico incontro a Pyongyang tra i due presidenti dell’epoca. Ancora oggi tutto è possibile.

Ester Sbona

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Articoli di proprietà di Voci di Città, rilasciati sotto licenza Creative Commons.
Sei libero di ridistribuirli e riprodurli, citando la fonte.



Condividi il tuo punto di vista!
Ester Sbona

About Ester Sbona

Ester Sbona è una giovane donna di Melilli (SR), solare e intraprendente. È una persona sensibile e attiva, soprattutto nel sociale. Presidentessa dell’associazione no-profit SPAIDER, per la parità dei diritti, volontaria della Croce Rossa Catania e operatrice presso un centro di accoglienza per immigrati, parla 3 lingue (inglese, spagnolo e francese) ed è appassionata d’arte: disegno, cinema e teatro in particolare.

Valuta l'articolo!
Totale: 0 Media: 0


Commenta con Facebook!

Stampa questa pagina


Tags

Ti potrebbero interessare anche: